20 agosto 2017

Santa Lucia Cagliari

Ricerche sulla chiesa più antica della città

Italiano | English | Deutsch

Home   News   Progetto   Student Edition   Casteddaius   Download   Contatti   BNews   Facebook

 
News

12 dicembre 2016

Il sesto anno della nuova Festa nel rudere

Il rudere di Santa Lucia sembra immobile, attende un nuovo corso degli eventi. Intanto, per il sesto anno consecutivo, si festeggia nel luogo del rudere la data del 13 dicembre, dopo l’interruzione tra il 1947 e il 2010. I progettisti, in accordo con gli enti di tutela, verificano la fattibilità dei prossimi passi, sempre con il cofinanziamento della Fondazione di Sardegna. Alle ore 18.30 del 13 dicembre chi vorrà potrà accendere una candela per celebrare la serata di festa.

12 dicembre 2015

Decimo anniversario della presentazione del nuovo progetto

Dopo 10 anni dalla presentazione pubblica del progetto, avvenuta in questo giorno nel 2005 nella parrocchia di Sant'Eulalia, si festeggia per la quinta volta la notte del 13 dicembre nel luogo della chiesa distrutta nel 1947.

16 novembre 2015

Libertà, uguaglianza, fratellanza!

Un tricolore azzurro bianco e rosso sul rudere di Santa Lucia, in omaggio alle vittime di Parigi, nel luogo che Cagliari ha per tanti secoli dedicato ai Francesi residenti o di passaggio in città.

05 gennaio 2015

Federico Cozzucoli a Santa Lucia

Al calare della sera, Martedì 6 gennaio verso le ore 17.00, si spegneranno i fari sul monumento e avrà inizio la video installazione: 'CRIB – not an original film', di Federico Cozzucoli.

21 dicembre 2014

Il quarto anno

La festa di Santa Lucia, nella notte del 13 dicembre, culmina con luci e candele sul luogo dell'antica chiesa.

more...

Scoperte

Un piccolo crocifisso rinvenuto nella terza cappella di destra

Foto: Marco Cadinu

21 gennaio 2012 – Piccoli crocifissi, unitamente alle medaglie devozionali, spesso facevano parte delle applicazioni poste su sacchi-sudari che avvolgevano i corpi per la sepoltura. La presenza delle borchiette, ben visibili sul retro della croce, rende plausibile che facesse parte degli elementi strutturali della sepoltura, categoria a cui si ascrivono i sudari (nello studio delle deposizioni si distinguono gli elementi strutturali, quelli del corredo, quelli legati all'aspetto del defunto e quelli non pertinenti alla sepoltura in senso stretto). L'ambito cronologico di rinvenimento è quello tipico postmedievale, come si evince dal confronto con le coeve deposizioni delle cripte di Sant'Eulalia, ossia compreso tra il XVII e il XVIII. La datazione è coerente con quella della costruzione della cappella, documentata dal 1620. La piccola croce non è ancora collegabile a sepolture rinvenute nella cappella.

Nel vicino Museo di Sant'Eulalia, la chiesa parrocchiale del quartiere della Marina, nelle vetrine dedicate agli scavi, si conservano alcuni oggetti di analoga fattura. Dopo la ripulitura del reperto potrebbe essere evidenziato quello che sembra essere un anello di sospensione; un elemento che potrebbe aprire la via a nuove interpretazioni.

(Maily Serra)


Per saperne di più:

  • E. Abela, 'Medaglie devozionali e crocificci dal sepolcreto del S. Francesco', in 'I giardini sepolti. Lo scavo degli orti del S. Francesco in Lucca', a cura di G. Gianpoltrino, Lucca 2005, pp. 45-58, cfr. catalogo nn.18-19;
  • F. Pinna, ' Il corredo funerario nella Sardegna post-medievale: la cripta della chiesa di S. Eulalia a Cagliari, in 'Fonti archeologiche e iconografiche per la storia e la cultura degli insediamenti nell'altomedieovo', a cura di S. Lusuardi Siena, Collana 'Contributi di Archeologia' dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano, Vita e Pensiero, Milano 2003, pp. 323-335;

Immagine ad alta definizione