18 agosto 2017

Santa Lucia Cagliari

Ricerche sulla chiesa più antica della città

Italiano | English | Deutsch

Home   News   Progetto   Student Edition   Casteddaius   Download   Contatti   BNews   Facebook

 
News

12 dicembre 2016

Il sesto anno della nuova Festa nel rudere

Il rudere di Santa Lucia sembra immobile, attende un nuovo corso degli eventi. Intanto, per il sesto anno consecutivo, si festeggia nel luogo del rudere la data del 13 dicembre, dopo l’interruzione tra il 1947 e il 2010. I progettisti, in accordo con gli enti di tutela, verificano la fattibilità dei prossimi passi, sempre con il cofinanziamento della Fondazione di Sardegna. Alle ore 18.30 del 13 dicembre chi vorrà potrà accendere una candela per celebrare la serata di festa.

12 dicembre 2015

Decimo anniversario della presentazione del nuovo progetto

Dopo 10 anni dalla presentazione pubblica del progetto, avvenuta in questo giorno nel 2005 nella parrocchia di Sant'Eulalia, si festeggia per la quinta volta la notte del 13 dicembre nel luogo della chiesa distrutta nel 1947.

16 novembre 2015

Libertà, uguaglianza, fratellanza!

Un tricolore azzurro bianco e rosso sul rudere di Santa Lucia, in omaggio alle vittime di Parigi, nel luogo che Cagliari ha per tanti secoli dedicato ai Francesi residenti o di passaggio in città.

05 gennaio 2015

Federico Cozzucoli a Santa Lucia

Al calare della sera, Martedì 6 gennaio verso le ore 17.00, si spegneranno i fari sul monumento e avrà inizio la video installazione: 'CRIB – not an original film', di Federico Cozzucoli.

21 dicembre 2014

Il quarto anno

La festa di Santa Lucia, nella notte del 13 dicembre, culmina con luci e candele sul luogo dell'antica chiesa.

more...

E' una cripta

Una cripta sotto il livello del pavimento

Foto: Marco Cadinu

4 marzo 2012 – Si sapeva dai documenti d'archivio ma non avevamo nessuna notizia della sua collocazione. La cripta, detta anche in alcune carte del 1764 e del 1780 'carnero' e 'ossera' è ormai stata individuata con sicurezza nella parte mediana dell'aula.

Probabilmente già nell'Ottocento era stata abbandonata e coperta dalle nuove pavimentazioni. Lo scavo integrale dell'ambiente sarà effettuato solo in una successiva fase: uno spesso strato di macerie lo ricopre, probabilmente riversate al suo interno dopo la demolizione della chiesa e lo sfondamento della volta che lo copriva.

Non sono infrequenti nelle chiese del periodo ambienti del genere: la stessa chiesa di Sant'Eulalia, non distante da qui, ne aveva uno, adibito ad ossario. La scala di accesso della cripta di Santa Lucia, ancora non individuata, è collocata probabilmente verso l'ingresso, in asse con la linea di simmetria longitudinale della chiesa.

Al momento sono state messe in luce due cornici in pietra, con tutta probabilità due botole di illuminazione dell'ipogeo, protette da griglie di ferro a pavimento: la loro fattura appare però più recente della struttura inferiore, come se in passato fosse stato necessario sopraelevarne il bordo in funzione di una crescita di livello del pavimento.

Immagine ad alta definizione



L'impronta della cripta ripresa dall'area dell'antico ingresso

Immagine ad alta definizione



La montagna di terra costtituita dalle demolizioni del 1947, rimossa (a mano!) durate le ultime due settimane.

Immagine ad alta definizione