13 dicembre 2017

Santa Lucia Cagliari

Ricerche sulla chiesa più antica della città

Italiano | English | Deutsch

Home   News   Progetto   Student Edition   Casteddaius   Download   Contatti   BNews   Facebook

 
News

12 dicembre 2016

Il sesto anno della nuova Festa nel rudere

Il rudere di Santa Lucia sembra immobile, attende un nuovo corso degli eventi. Intanto, per il sesto anno consecutivo, si festeggia nel luogo del rudere la data del 13 dicembre, dopo l’interruzione tra il 1947 e il 2010. I progettisti, in accordo con gli enti di tutela, verificano la fattibilità dei prossimi passi, sempre con il cofinanziamento della Fondazione di Sardegna. Alle ore 18.30 del 13 dicembre chi vorrà potrà accendere una candela per celebrare la serata di festa.

12 dicembre 2015

Decimo anniversario della presentazione del nuovo progetto

Dopo 10 anni dalla presentazione pubblica del progetto, avvenuta in questo giorno nel 2005 nella parrocchia di Sant'Eulalia, si festeggia per la quinta volta la notte del 13 dicembre nel luogo della chiesa distrutta nel 1947.

16 novembre 2015

Libertà, uguaglianza, fratellanza!

Un tricolore azzurro bianco e rosso sul rudere di Santa Lucia, in omaggio alle vittime di Parigi, nel luogo che Cagliari ha per tanti secoli dedicato ai Francesi residenti o di passaggio in città.

05 gennaio 2015

Federico Cozzucoli a Santa Lucia

Al calare della sera, Martedì 6 gennaio verso le ore 17.00, si spegneranno i fari sul monumento e avrà inizio la video installazione: 'CRIB – not an original film', di Federico Cozzucoli.

21 dicembre 2014

Il quarto anno

La festa di Santa Lucia, nella notte del 13 dicembre, culmina con luci e candele sul luogo dell'antica chiesa.

more...

Lo scavo è in corso

Un uomo alto 1 metro e 80 centimetri

Foto: Marco Cadinu

10 marzo 2012 – Ad una profondità maggiore rispetto alle precedenti sepolture individuate, di fronte all'altare della chiesa, è stato messo in luce uno scheletro integro appartenente ad un individuo di notevole prestanza fisica.

L'archeologa Daniela Musio, responsabile del cantiere, con l'assistenza delle colleghe Maily Serra e Silvia Marini e della Sesta squadra 2012 hanno lavorato fino al tardo pomeriggio.

Non ci sono precise notizie sull'individuo ma, viste le proporzioni fisiche, si può immaginare che si trattasse di un personaggio non di origine isolana. In effetti, fin dalla fine del '500, sappiamo che nella chiesa venivano sepolti con una certa frequenza cittadini francesi, evidentemente in città per affari commerciali.

Come per il caso di Lucio, così fu denominato il primo degli scheletri individuato nella zona del presbiterio, sarà necessario attendere i risultati di ulteriori analisi e il parere degli antropologi. Vedi http://www.santaluciacagliari.com/111117.php

Immagine ad alta definizione



Immagine ad alta definizione